Il concetto nosografico di dipendenza ha subito nell’ultimo decennio un’importante e radicale rivoluzione; l’emergere delle dipendenze comportamentali, la diversificazione e eterogeneità delle dipendenze tossicomaniche, la ricaduta sanitaria e giuridica della manifestazione patologica, e della sua gestione tra servizi pubblici e privati convenzionati, ha richiesto sempre di più una osservazione e una approccio multidisciplinare.

La formazione continua e integrata di sistemi di diagnosi, di profilatura, di intervento di rete, chiede al professionista di possedere e di assimilare diverse prospettive per poter realizzare una azione attenta e misurabile in termini non solo di output ma anche di outcome.

Nell’ambito dell’intervento, si inserisce abitualmente anche la dimensione giudiziaria, con i diversi profili della valutazione peritale del consumatore di sostanze, in un contesto complesso che è spesso risolutivo anche rispetto all’iter di trattamento futuro ed alla collocazione del paziente.

Il corso si propone di accompagnare il discente dalla analisi dei modelli avanzati diagnostici, passando attraverso la definizione di processi pragmatici di intervento, con un attento sguardo alla integrazioni con diverse figure professionali, per arrivare ad una presa in carico di precisione ed efficace, comprensiva anche dei diversi profili del rapporto tra il paziente, la Giustizia, e le valutazioni peritali.

INFO & ISCRIZIONE: link