16° SEMINARIO – 26 febbraio 2020 – ore 15:00 

La SLA – Dignità e Cura. Disposizioni anticipate di trattamento e pianificazione condivisa delle cure – La legge n. 219 del 22 dicembre 2017

 Abstract

Il 31 gennaio 2018 è entrata in vigore laLegge 22 dicembre 2017, n. 219, contenente“Norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento”. Come richiamato all’articolo 1 la Legge 219 “tutela il diritto alla vita, alla salute, alla dignità e all’autodeterminazione della persona e stabilisce che nessun trattamento sanitario può essere iniziato o proseguito se privo del consenso libero e informato della persona interessata, tranne che nei casi espressamente previsti dalla legge”, nel rispetto deiprincipi della Costituzione(art. 2, 13 e 32) e dellaCarta dei diritti fondamentalidell’Unione Europea. La norma promuove e valorizza la relazione di cura e fiducia tra il paziente e il medico che si basa sul consenso informato, indispensabile per poter raggiungere una pianificazione condivisa di cura nel rispetto del “bene” del malato. Tali principi appaiono fondamentali, in particolar modo, per il percorso condiviso di cura con persone a.ette da malattie neuro-degenerative, prime fra tutte, la SLA.

La SLA è una malattia neurodegenerativa per la quale ancora non è stata identificata una terapia. Il decorso della malattia, l’interessamento prevedibile di funzioni vitali quali alimentazione e respirazione, per le quali è possibile prolungare la vita con trattamenti di tipo invasivo, fanno si che tale malattia rappresenti un paradigma per la applicazione dei principi che costituiscono la base della legge 219/2017.

Le scelte terapeutiche nelle persone con SLA (e altre malattie neuro-degenerative), e la loro pianificazione anticipata, devono essere, infatti, l’espressione di un percorso di informazione condivisa e dialogo tra la persona malata e l’équipe multidisciplinare, in un contesto di fiducia e rispetto, finalizzato al raggiungimento di una piena consapevolezza della persona malata rispetto alle proprie possibilità.

Obiettivo del seminario applicativo sarà presentare la legge e spiegare i temi degli articoli che la compongono facendo riferimento a casi clinici di individui a.etti da SLA, paradigma delle malattie neurodegenerative in generale, evidenziando aspetti giuridici, psicologici e riflessioni filosofiche in quadri clinici ben specifici che sottolineano, inoltre, l’importanza fondamentale del lavoro interdisciplinare nell’approccio a tale complessità.

 

Relatori

 – Dott.ssa Roberta Morini. Neurologa e Palliativista ASST del Garda e MD Aisla-BS

– Dott.ssa Lidia Gazzi. Psicologa Psicoterapeuta, ICS Maugeri, Lumezzane BS, Consulente Aisla-BS

Costi (Esenti IVA)

– Esterni: € 70,

– Docenti, specializzandi e specialisti SLOP: € 60,

– Studenti in Psicologia e in Medicina: € 55,

– Soci SINEPSIP: € 50.

 

INFO & ISCRIZIONE: amministrazione@slop.it